Black Furies

“Il testosterone si sta facendo parecchio alto da queste parti. Secondo me è meglio lasciar parlare gli uomini per qualche altra ora e sistemarli a modo nostro. Lasciamoli parlare anche al Moot. C’è del lavoro da donna da fare…”

Si narra che la Luna stessa consacrò, incarnandosi in Artemide la Cacciatrice, queste donne come guardiane del Wyld. Da allora queste guerriere, originarie dell’antica Grecia, hanno sempre combattuto in nome di Gaia scrivendo il loro nome nella storia come eroine senza paura. Oltre al loro coraggio e al loro valore, le furie vengono ricordate spesso per il loro esasperato femminismo. Non esistono furie uomini ma ci sono Kinfolk di sesso maschile fra di esse.Non odiano gli uomini ma non vogliono che ,solo per principio, si sentano in diritto di trattarle come esseri inferiori. Fra di loro le furie sono schiette e sincere anche a costo di causare reazioni violente, questo le rende leggermente più distanti dalle altre tribù, ma favorisce la collaborazione interna del clan.

Totem: Pegasus

Aspetto: Le loro forme da Lupus tendono ad essere di colori scuri con striature grigie e argento.La loro forma umana non può essere chiusa all’interno di uno stereotipo ma quasi tutte le furie tendono ad avere in comune una grande grazia e femminilità.

Doni iniziali: Breath of the wyld, Heightened senses, Sense wyrm

Copyright 2001 – 2015 © Giuliano Gianfriglia

© 2008 CCP hf. All rights reserved. Reproduction without the written permission of the publisher is expressly forbidden, except for the purposes of reviews, and for blank character sheets, which may be reproduced for personal use only. White Wolf and Vampire: The Masquerade are registered trademarks of CCP hf. All rights reserved. Vampire: The Masquerade is trademark of CCP hf.All rights reserved. All characters, names, places and text herein are copyrighted by CCP hf.

I testi originali prodotti e proposti su questo sito che non incorrono nella precedente categoria sono opera di fan per altri fan, non c’è scopo di lucro, e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons.
Creative Commons License

Lascia un commento