The Way of Sorrow

Riferimento italiano:

Da Kruchina, Dea del lamento descritta come una donna continuamente piangente, a Likho Odnoglazoye, l’emaciata strega con un occhio solo che rappresenta la privazione e la sofferenza, il Pantheon dell’ Europa dell’ Est è pieno di divinità di morte, carestie, miseria e sfortuna. Se gli Dei ascoltano le invocazioni o gli spiriti attendono di essere nominati, un Koldun che conosce l’oscura Via del Dolore può invocare il tetro potere degli Dei. Questa Via non attira l’attenzione di Dei che promettono benevolenza o abbondanza, ma questa attenzione porta solo tragedie.

(1) La Frustrazione di Nestrecha

Invocando la Dea dell’ afflizione e del fallimento, questo potere permette al Koldun di privare il suo avversario dei propri poteri. Lo sguardo del koldun basta a togliere all’avversario la Volontà di combattere.Sebbene la vittima sia sopraffatta dal pessimismo e dalla paura di essere sconfitta può tentare di resistere alle azioni del Koldun, anche agli attacchi, ma in condizioni di panico, è infatti incapace di avere altre passioni o di essere determinato

Sistema: Il Koldun spende un punto Forza di Volontà, dopodichè tira su Persuasione + Koldunismo (diff uguale alla Forza di Volontà della vittima).Per un turno ogni successo, la vittima non può usare Forza di Volontà per attivare Discipline o guadagnare successi automatici. Per usare il potere è necessario il contato visivo.

(2) Gli Insulti di Krivda

Ogni Demone degno di questo nome può sputare insulti. Ma con questo potere, Krivda una Dea dell’odio e del rancore, assicura che il commento offenda, facendo arrabbiare chi è stato insultato. Nel conflitto Tzimisce-Tremere delle passate notti ormai lontane, i Koldun invocavano Krivda incitando gli Usurpatori alla frenesia. Loro preferivano trattare con delle zanne infuriate piuttosto che con la Taumaturgia. Questo è un potere pericoloso da usare, ma può avvantaggiarti su un Cainita che può usare potenti Discipline, ma che è fisicamente debole o può essere usato per far fare una figura imbarazzante ad un Fratello, mandandolo in frenesia in pubblico.

Sistema: Dopo che il giocatore spende un punto Forza di Volontà, il Koldun offende il bersaglio con l’insulto più umiliante e offensivo che riesce a concepire. Dopodichè il giocatore tira su Persuasione + Koldunismo (diff. uguale alla Forza di Volontà della vittima). Se il tiro ha successo, il bersaglio cade in una furia incontrollabile e attacca il Koldun. Se il bersaglio è un Vampiro, deve tirare immediatamente per resistere alla frenesia (difficoltà 5 + il numero di successi fatti dal Koldun)

(3) Il Pianto di Kruchina

Il penetrante sguardo di un Koldun può rendere qualcuno incapace di fare qualsiasi azione oltre quella di piangere. Questo potere fa più che far scendere poche lacrime, esso causa pianti isterici, gemiti, battiti di denti.Alcuni sintomi di depressione sopraffaggono la vittima. I Vampiri colpiti dal potere rimpiangono la loro perduta Humanitas o il trapasso del loro amore avvenuto molti anni fa.

Sistema: Il Koldun spende 1 punto Forza di Volontà e tira su Persuasione + Koldunismo(diff pari alla Forza di Volontà del bersaglio). Per un turno per ogni successo il bersaglio è sopraffatto da un intensa sofferenza e da un incontrollabile pianto. Le azioni che richiedono concentrazione sono impossibili per tutta la durata del potere. I Cainiti perdono 1 Punto Sangue ogni turno in cui piangono a causa della copiosa quantità di Vitae che esce dai loro occhi.

(4) La Sfortuna di Chernogolov

Dichiarando che una persona è destinata a fallire, il Koldun attira l’attenzione di Chernogolov, il Dio della sventura, sulla sua vittima. Sotto lo sventurato sguardo di Chernogolov, la vittima diviene impacciata in ogni sua azione.

Sistema: Il Koldun spende un punto Forza di Volontà e tira su Persuasione + Koldunismo(diff pari alla Forza di Volontà del bersaglio). Per un turno per ogni successo, il bersaglio perde automaticamente due successi per ogni tiro.Un fallimento sotto l’effetto della Sventura di Chernogolov è particolarmente disastroso.

(5) Gli Stenti di Marena

Con l’invocazione della moglie di Kupala, il Koldun evoca a sè il freddo e la fame che sono dominio di Marena. Un fortissimo vento gelido investe la vittima lasciandolo emaciato come se fosse sopravvissuto ad un freddissimo Inverno. Il freddo simboleggia il passaggio del tempo in condizioni molto dure.

Sistema: Il Koldun spende 1 punto Forza di Volontà e tira su Persuasione + Koldunismo (diff pari alla Forza di Volontà del bersaglio). Per ogni successo la vittima subisce due livelli di danni da urto (possono essere assorbiti normalmente). Inoltre i Vampiri perdono un Punto Sangue per ogni successo del Koldun.

Copyright 2001 – 2015 © Giuliano Gianfriglia

© 2008 CCP hf. All rights reserved. Reproduction without the written permission of the publisher is expressly forbidden, except for the purposes of reviews, and for blank character sheets, which may be reproduced for personal use only. White Wolf and Vampire: The Masquerade are registered trademarks of CCP hf. All rights reserved. Vampire: The Masquerade is trademark of CCP hf.All rights reserved. All characters, names, places and text herein are copyrighted by CCP hf.

I testi originali prodotti e proposti su questo sito che non incorrono nella precedente categoria sono opera di fan per altri fan, non c’è scopo di lucro, e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons.
Creative Commons License