Kiasyd

“Te ne sei andato, brutto maleducato! Son migliore in ogni affare, non mi sottovalutare! Adesso puoi tornare al tuo stupido giocare!”

Durante il regno di Giuliano l’Apostata, più di un millennio prima che il Sabbat venisse fondato, tre membri del clan Lasombra diedero vita alla stirpe dei Kiasyd, allo scopo di comprendere a fondo la disciplina di Ottenebramento. Questi catturarono delle fate Unseelie nella zona in cui vivevano e le scambiarono, dopo averne prelevato del sangue, con un potente stregone teutonico in cambio di una sostanza ritenuta il sangue di Zeernebooch, un dio degli inferi. Tra i tre cainiti il più coraggioso era sicuramente Marconius, un forte Lasombra di quinta generazione; egli si offrì volontario per scoprire gli effetti di quella sostanza sulla discendenza di Caino. Dopo che il sangue di quella divinità , unito a quello fatato, si mischiò con il suo, Marconius subì una profonda trasformazione che lo lasciò mutato nell’aspetto e nella natura. Quel sangue alterato di divinità lo modificò in maniera irriconoscibile. Diventò magrissimo e la sua pelle assunse una soprannaturale trasparenza. I suoi occhi persero le pupille e diventarono completamente neri; crebbe di circa 30 cm in altezza e le ossa delle dita si allungarono; le cartilagini del naso e delle orecchie si ingrandirono, diventando più spigolose e definite. Quell’inusuale cainita trovò un po’ di pace tornando a riavere contatti, sempre più radi però, con il Clan Lasombra. Poi sparì per un lungo periodo. Di Marconius non si ebbero più notizie fino al tardo medioevo quando, con un piccolo esercito di cainiti che avevano tutti le sue stesse sembianze, ricomparve a Strasburgo. La stirpe dei Kiasyd, come Marconius aveva nominato la sua discendenza, sfidò e sbaragliò i Ventrue della zona, prendendo possesso della città e dell’area circostante. Fatta eccezione per questo scontro, i Kiasyd sono famosi invece per la loro tranquillità e la loro passività : raramente ingaggiano combattimenti e, in genere, preferiscono rimanere chini sui libri più che combattere. Di solito i Kiasyd vivono da soli: il fatto che due membri di questa stirpe ( che non siano ovviamente sire e progenie ) vivano nella stessa città per un certo tempo viene considerato uno strappo all’etichetta. Tutti i Kiasyd subiscono l’orrenda trasformazione dopo l’abbraccio: crescono in altezza di parecchi centimetri (tanto da poter raggiungere un massimo di due metri e mezzo di altezza) e diventano magrissimi. La loro pelle diventa chiarissima e acquista una strana luminescenza, specialmente se esposta alla luce della luna. Gli occhi diventano più ovali e subiscono una trasformazione che li porta ad essere completamente neri, senza alcuna distinzione tra pupilla, , sclera ed iride. Le cartilagini del naso e delle orecchie si cristallizzano diventando pronunciate e spigolose. Tutti questi mutamenti avvengono in poco più di una notte dall’abbraccio: durante questo breve periodo i giovani Kiasyd devono essere tenuti in completo isolamento. La trasformazione manda infatti la progenie di Marconius in una fortissima frenesia, accompagnata da una serie interminabile di possibili pazzie momentanee. Anche se in poco tempo i Kiasyd mutano così radicalmente essi sono tra i più calmi cainiti esistenti. Fanno della tranquillità e dell’autocontrollo una loro caratteristica; difficilmente entrano in frenesia, preferendo comportarsi in maniera razionale. Nessun Kiasyd ama bere il sangue direttamente dalle proprie vittime: moltissimi membri di questa stirpe preferiscono versare la vitae in un bicchiere di cristallo o in qualche contenitore di buona fattura per evitare di attaccarsi direttamente alla creatura di cui si vogliono nutrirsi. Ottenere sangue nella maniera tradizionale è visto da loro come una grossa mancanza di educazione.

Riferimento italiano: KIASYD

Soprannome: Eccentrici

Aspetto: I Kiasyd hanno tutti un’altezza compresa tra 1,8 e 2,4 metri e sono tutti magrissimi. La loro pelle è completamente bianca e hanno tutti i lineamenti ben pronunciati. I loro occhi sono sempre ovali e completamente neri. Usano vestire dark e talvolta vengono avvistati con dei lunghi mantelli che arrivano fino alle ginocchia. Inoltre tutti i Kiasyd hanno la caratteristica di divenire di colore leggermente bluastro subito se esposti alla luce della luna.

Rifugio: Tutti i Kiasyd sono particolarmente sedentari e amano mantenere per tutta la loro non-morte lo stesso rifugio. Ovviamente questo vale finchà© il loro luogo di riposo non viene scoperto. Nelle loro abitazioni usano sempre avere una stanza per gli ospiti: sebbene in una città alberghi di solito un solo Kiasyd, spesso questi cainiti si vistano l’un con l’altro. Tutti i membri di questa stirpe hanno l’abitudine di costruire un vasto sistema di canali e gallerie che si dipanano dal centro dei loro rifugi: i muri di queste strutture sono tutti minuziosamente abbelliti con lastricature pensate e costruite dal cainita stesso che vi abita

Discipline: Mytherceria, Dominate/Dominazione, Obtenebration/Ottenebramento

Punti Deboli: Le peculiarità fisiche dei Kiasyd possono apparire veramente insolite agli umani, ma questo non limita il loro aspetto: possono risultare, infatti, gradevoli e affascinanti agli occhi di chiunque. Hanno invece seri problemi con gli oggetti fatti in ferro puro. Toccare un oggetto fatto di ferro richiedete immediatamente una prova di Frenesia e danni inflitti da armi dello stesso materiale infliggono danni aggravati ai Kiasyd.

Conseguimento del prestigio: Per questi cainiti il modo migliore di vivere è quello di studiare ed elaborare creazioni meccaniche sempre più complesse ed elaborate; sarà dunque considerato positivamente quel Kiasyd particolarmente ingegnoso. Sebbene non siano davvero dei guerrieri sono in grado di eseguire gli ordini del Sabbat, ma spesso preferiscono utilizzare i loro poteri e i loro strumenti più che entrare direttamente in un conflitto.

Riferimento: Vampiri la Masquerade: Guida al Sabbat

Copyright 2001 – 2015 © Giuliano Gianfriglia

© 2008 CCP hf. All rights reserved. Reproduction without the written permission of the publisher is expressly forbidden, except for the purposes of reviews, and for blank character sheets, which may be reproduced for personal use only. White Wolf and Vampire: The Masquerade are registered trademarks of CCP hf. All rights reserved. Vampire: The Masquerade is trademark of CCP hf.All rights reserved. All characters, names, places and text herein are copyrighted by CCP hf.

I testi originali prodotti e proposti su questo sito che non incorrono nella precedente categoria sono opera di fan per altri fan, non c’è scopo di lucro, e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons.
Creative Commons License

Lascia un commento