Baali

“Impara che Peccato e Crimine sono vuote parole, suoni forgiati nell’acciaio per renderti schiavo! Dimenticale e libera la tua mente; rivela la tua libertà in una gioiosa depravazione e nel piacere proibito. Segui le tue mani insanguinate, per scoprire che nelle forme da te macellate hai trovato la Verità e l’Inferno!”

Frutto della perversa ambizione di una delle Progenie del saggio Saulot, il fondatore dei Salubri, questa Stirpe racchiude in sè tanta aberrazione da essere detestata persino dagli altri Cainiti, persino dai bestiali Sabbat. Il motivo di questo odio implacabile va cercato nella natura stessa di questi Vampiri, indegni persino del nome di Fratelli, che è completamente volta al male e alla liberazione delle malefiche forze infernali sulla Terra. Mentre la malvagità di uno Tzimisce può manifestarsi nella deformazione di qualche decina di mortali, mentre i peggiori Setiti s’impegnano notte dopo notte per assumere il controllo della Terra risvegliando il dormiente Antidiluviano Seth, i Baali perseguono uno scopo ancora più perverso: essi vogliono trasformare il mondo in un Inferno reale, provocando la morte di qualunque creatura, loro stessi compresi. Per la Stirpe di Shaitan (questo il dimenticato nome del primo Baali) la Maledizione inflitta da Dio a Caino era indegna, e una sola poteva esserne la spiegazione: Dio temeva Caino per la propria indipendenza, per il rifiuto che egli opponeva ai suoi ordini. L’unico modo per onorare Caino secondo questa ottica distorta è distruggere ogni creazione di Dio. Queste teorie, unite all’aggressività dimostrata da questi vampiri, indussero nel Medio Evo gli altri Clan a coalizzarsi per iniziare una spietata caccia contro i Figli di Shaitan, che si concluse con l’apparente distruzione della Stirpe. In realtà non c’era più alcun Baali sulla Terra, tranne lo stesso Shaitan, che assistito da forze demoniache era sfuggito al massacro. Di quello che successe nei secoli successivi non vi è alcuna traccia; l’unica certezza è che le voci di Cainiti che appaiono durante le notti più cupe, tentando di convincere altri Fratelli a rinunciare alla loro Umanità in nome di Baal si stiano moltiplicando sia nella Camarilla che nel Sabbat, così come le voci che vorrebbero i Baali infiltrati negli altri Clan, pronti a fare la loro mossa quando i tempi saranno pronti per i loro scopi.

Riferimento italiano: BAALI

Soprannome: Diavoli

Aspetto: Quello più adatto a passare inosservati nel Clan in cui si infiltrano: eleganti se sono tra Ventrue o Toreador, teppisti se devono mescolarsi ai Brujah etc.

Rifugio: Tutti hanno un proprio rifugio, adeguato al Clan cui fingono di appartenere; inoltre tutti i Baali di una città si incontrano in un rifugio comune, detto Nido, gestito dal più Anziano.

Discipline: Presence/Ascendente, Daimoinon, Obfuscate/Oscurazione

Punti Deboli: i Baali non possono guardare ne toccare oggetti di Fede, devono necessariamente distogliere lo sguardo da essi e toccarli gli brucia la carne. Inoltre, se il Baali subisce danni da un oggetto impregnato di Vera Fede, subisce il doppio dei danni.

Conseguimento del prestigio:

Riferimento: Vampire the Masquerade 20th Anniversary Edition, Clanbook: Baali, Vampiri la Masquerade: Guida al Sabbat

Copyright 2001 – 2015 © Giuliano Gianfriglia

© 2008 CCP hf. All rights reserved. Reproduction without the written permission of the publisher is expressly forbidden, except for the purposes of reviews, and for blank character sheets, which may be reproduced for personal use only. White Wolf and Vampire: The Masquerade are registered trademarks of CCP hf. All rights reserved. Vampire: The Masquerade is trademark of CCP hf.All rights reserved. All characters, names, places and text herein are copyrighted by CCP hf.

I testi originali prodotti e proposti su questo sito che non incorrono nella precedente categoria sono opera di fan per altri fan, non c’è scopo di lucro, e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons.
Creative Commons License

Lascia un commento