Cultivation

Una delle pochissime discipline che viene evitata dai Kuei-jin. Evitata insieme alla Lacrima del Drago per il grande coinvolgimento che può avere con il proprio P’ò. Coltivazione permette a coloro che ne imparano i segreti ad entrare in comunione o ad influenzare il demone interiore. Un potere terrificante se usato in modi inappropriati ma forse necessario data l’Era oscura in cui i Kuei-jin sono piombati.

(1) Scrutinare

Il Kuei-jin è in grado di aprire un dialogo con il proprio P’ò o quello di un’altra creatura. Questo dialogo permette al Kuei-jin di poter acquisire alcune informazioni. Se il vampiro usa quest’arte su se stesso può tentare di aumentare la difficoltà sulle prove legate alla natura Fuoco, Onda o Ombra. Se ottiene un discredo numero di successi(3+) nella prova di Percezione+Hun(diff 7) il vampiro riesce ad aprire il dialogo con il P’ò. Dialogo che può portare il Kuei-jin al recupero di informazioni importanti legati alla natura stessa. Il cattivo *carattere* del Demone però potrà rendere difficile questo dialogo. Se il Vampiro decide di usare questo potere su una creatura soprannaturale ed ottiene diversi successi può riuscire a recuperare informazioni importanti relativamente al Sentiero, alle Virtù, alle Alienazioni Mentali e simili della creatura stessa. Se usato su di un mortale invece può fornire informazioni sulla natura base della vittima, corruzione, seduzione, ect.

Sistema: …

(2) Separare il Demone

Il maestro è in grado a questo punto di dividere i suoi pensieri, le due anime che contradistinguono il suo essere. Fancendo questo, separa il P’ò liberandolo dal corpo materiale che lo imprigiona e mantenere l’Hun come unico filo conduttore dell’involucro di carne. Le due entità così separate hanno modo di agire indistintamente e contemparaneamente negli ambiti di loro compentenza, purtroppo, la natura distruttrice del P’ò rende questa tecnica estremamente pericolosa, il Demone farà e vorrà fare tutto ciò che è in suo potere per portare Caos e Distruzione, anche se è solo un’anima spirituale. Per ovvie ragione è possibile anche il contraio. Mantenere il P’ò nel corpo e l’Hun come anima.

Sistema: …

(3) Stimolare il Demone

Il maestro di questa tecnica è in grado di manipolare ed interagire con le Anime che compongono il corpo di ogni essere, è in grado di separarle o di soggiogarne una mettendo l’altra in una situazione di predominio. Cosa accade al corpo è dipendente da quale tipologia di anima ha preso il sopravvento. Se l’Hun è l’anima che prende il sopravvento, la vittima è spaesata, impaurita, risulterà facile manipolarla, renderla schiava. Se l’anima predominante invece è il P’ò questa entra automaticamente nella natura fuoco, distruttrice e portatrice di caos. Se le due anime fossero di pari livello allora inizierà un duello interiore per chi prenderà il sopravvento sul corpo. L’uso di questo potere su creature soggette alla Bestia le indurrà direttamente in Frenesia, negli umani invece li terrà soggiogati come cuccioli impauriti.

Sistema: …

(4) Soggiogare il demone

Il Maestro è padrone del proprio essere demoniaco. E’ in grado di sottomettere il proprio P’ò subordinandolo ad attività di intimidazione delle creature inferiori ed essere all’erta contro eventuali nemici. Non ci sono molte cose che fanno arrabbiare un P’ò ma questo potere di certo è una di queste. Farlo arrabbiare non è certo una mossa saggia e soggiogarlo potrebbe mettere in serio pericolo il Kuei-jin.

Sistema: …

(5) Due diventano uno

La forza di quest’arte è separe l’Hun dal P’ò ma con questo potere, il Cataiano è in grado di fonderle insieme, raggiungendo l’espressione culminante della forza del Fuoco, dell’Onda e dell’Ombra senza doversi preoccupare troppo delle eventuali ripercussioni. Il Cataiano soggetto a questo potere è in grado di sfruttare la forza delle Arti Demoniache mantenendo salda la propria anima Hun. Questo potere porta al cataiano anche altri vantaggi, tra cui il fatto di avere *due* menti distinte, quindi poteri mentali dovranno essere fatti due volte, ed il fallimento anche di uno solo equivale comunque a fallire.

Sistema: …

Copyright 2001 – 2015 © Giuliano Gianfriglia

© 2008 CCP hf. All rights reserved. Reproduction without the written permission of the publisher is expressly forbidden, except for the purposes of reviews, and for blank character sheets, which may be reproduced for personal use only. White Wolf and Vampire: The Masquerade are registered trademarks of CCP hf. All rights reserved. Vampire: The Masquerade is trademark of CCP hf.All rights reserved. All characters, names, places and text herein are copyrighted by CCP hf.

I testi originali prodotti e proposti su questo sito che non incorrono nella precedente categoria sono opera di fan per altri fan, non c’è scopo di lucro, e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons.
Creative Commons License

Lascia un commento