Inquisitore

“Euterpe non aveva mai saputo chi fossero i suoi veri genitori. Aveva sempre considerato la chiesa la sua famiglia. Sin da piccola era stata istruita per un fine superiore: Distruggere il male. Gli era stato insegnato ciò che era giusto e ciò che era sbagliato e talvolta le due cose coincidevano. Aveva imparato che il male si combatte col male stesso. Gli era stato insegnato che evocare mostri per uccidere mostri non era sbagliato, ma giusto, secondo il volere del sommo. Aveva studiato su libri vecchi e polverosi che tipologie di mostri ci fossero e quali fossero da debellare del tutto. Era cosicché aveva passato la sua vita studiando il male per distruggerlo.” 

La Fede. E’ questa che spinge un inquisitore a uccidere. La Loro arma preferita e’ proprio la fede, oltre alle normali armi da fuoco e da mischia. Non girano mai soli e fanno riferimento a un Cenacolo, il quale e’ ben armato e fornito. Gli inquisitori, quindi, posso usufruire di molte risorse e attrezzature, tecnologiche e mistiche, che normalmente sono difficilissime da reperire. La struttura è quindi piramidale e fa sempre riferimento ad un Capo inquisitore o al membro più anziano dell’Ordine.

“Era più di mezz’ora che Euterpe fissava la candela rossa per le evocazioni. Era sempre stata titubante nel compiere quei tipi di rituali. Non voleva minimamente mettere al mondo, anche se per un piccolo lasso di tempo, un altra creatura oscena. Sapeva che fondamentalmente era sbagliato non farlo, avrebbe permesso alla sua preda un vantaggio troppo prezioso. Stava cercando un Caduto, li chiamava così il suo maestro, e sapeva che se non l’avrebbe fatto sarebbe stata uccisa come il suo mentore. Quindi tornò a concentrarsi. Chiuse gli occhi e quasi inconsciamente fece una lunga espirazione. Prese a salmodiare il rituale e dopo poco gli comparve davanti una delle tante bestie magiche che aveva evocato. ‘Va e Cerca quest’essere’ indicando una foto e un vestito ‘Trovalo e riferiscimi dove è…’ la bestia chinò il capo e scappò via tuffandosi dalla finestra. Euterpe era sfinita. Era sempre così quando faceva queste cose, ma era felice, sapeva che non sarebbe passato troppo tempo dall’aver trovato la sua preda….” 

Solitamente inquisitori si diventa e non si nasce. Sin da bambini vengono educati in posti isolati per adempiere a un fine superiore. Vengono istruiti alle arti magiche umane e al piu’ disparato tipo di lotta e di uso di armi. Inoltre i più meritevoli possono accedere a un reliquario,dove vengono tenuti oggetti sacri e magici. La maggior parte degli inquisitori sono esperti teologi,questo a causa della loro educazione prevalentemente cattolica. Si riuniscono sotto vari Ordini i quali sono segreti anche all’interno della Chiesa stessa. Talvolta si diviene anche inquisitore quando questi ordini prendono sotto la loro ala protettrice Esseri dotati di una notevole Fede o di attitudini particolari.

Citazione: “Non hai Fede in quello che dico? Peccato. Ora te la mostrerò… Sono sicura che ciò non ti farà piacere….”

Copyright 2001 – 2015 © Giuliano Gianfriglia

© 2008 CCP hf. All rights reserved. Reproduction without the written permission of the publisher is expressly forbidden, except for the purposes of reviews, and for blank character sheets, which may be reproduced for personal use only. White Wolf and Vampire: The Masquerade are registered trademarks of CCP hf. All rights reserved. Vampire: The Masquerade is trademark of CCP hf.All rights reserved. All characters, names, places and text herein are copyrighted by CCP hf.

I testi originali prodotti e proposti su questo sito che non incorrono nella precedente categoria sono opera di fan per altri fan, non c’è scopo di lucro, e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons.
Creative Commons License

Lascia un commento