Ammazza-vampiri

“Era una sera come tante quando Giovanni tornò a casa. Era stato al cinema con gli amici. Nulla di serio, o troppo impegnativo. Non era andato in discoteca perché odiava i locali affollati di gente. Appena si trovò davanti la porta non realizzò cosa stava succedendo. Infilò la chiave e la porta si aprì perché non era chiusa. “Strano,di solito Papà è attento.”Purtroppo appena entrato notò che era successo qualcosa di orribile. Sangue ovunque. Corse in camera dei suoi chiamando a gran voce i genitori. Udì un rumore. Entrò in camera di scatto e vide una scena orribile: un uomo che si nutriva del Sangue della sua madre,oramai morta. Come l’essere lo vide di scatti si buttò via dalla finestra. Da Quel giorno Giovanni giurò vendetta.” 

Vendetta. è il sentimento più semplice con cui nasce il cacciatore di vampiri, meglio noto come Ammazza-Vampiri. è un uomo o una donna che si accanisce contro il fato che gli ha fatto incontrare quelle creature notturne e demoniache e tenterà di combatterle con tutte le forze di cui dispone. La vendetta però non renderà il cacciatore stupido, anzi, lo porterà a sviluppare la conoscenza giusta per affrontare quelle fameliche creature. Anatomia, Riti, Paure e metodi per combatterle sono gli argomenti in cui ogni cacciatore si imbatterà. Il metodo con cui poi mischierà queste conoscenze è legato alla personalità dello stesso.

“Giovanni era ancora a caccia. Aveva l’ennesima pista sull’assassino dei suoi genitori. Si era fatto beffe addirittura assumendo lui e i suoi amici per eliminare un suo avversario politico. Era là di fronte al cancello della sua villa. Era pieno di guardie e cani. Aveva in mente un ottimo diversivo. Prese una freccia esplosiva e disse ‘Facciamoci annunciare’. Incoccò la freccia e la punto verso una finestra del primo piano. La Freccia purtroppo sviò a causa del forte vento. ‘Diamine’ disse Giovanni lasciando cadere l’arco. Si concentrò e come per incantato la freccia svoltò quasi come se rimbalzasse in aria. La Freccia colpì il suo bersaglio provocando il giusto diversivo per farlo entrare.” 

Lo shock iniziale potrebbe far sviluppare strane capacità al neo-cacciatore. Solo il tempo gli può permettere di utilizzarle ma queste capacità gli saranno utili per combattere contro le sue creature più odiate. I Cacciatori di vampiri cercano di specializzarsi nelle tecniche che più sono utili contro questi mostri, le abilità principali sono Mischia ed Armi da Fuoco. Più sono abili nell’usare Paletti ed armi da fuoco, maggiori sono le loro probabilità di vittoria. Tendono anche a trovare contatti nella malavita e nei bassifondi della città, i vampiri sono subdoli ed usano via poco legali e questo un cacciatore lo sa, quindi cerca di mettersi sul suo stesso piano. Il limite maggiore per un cacciatore risiede nelle risorse. Più risorse possiede, migliore è l’armamentario di cui può disporre, minori sono, maggiori divengono le possibilità che lui finisca all’altro mondo.

Citazione: “Cenere alla Cenere. Polvere alla Polvere.”

Copyright 2001 – 2015 © Giuliano Gianfriglia

© 2008 CCP hf. All rights reserved. Reproduction without the written permission of the publisher is expressly forbidden, except for the purposes of reviews, and for blank character sheets, which may be reproduced for personal use only. White Wolf and Vampire: The Masquerade are registered trademarks of CCP hf. All rights reserved. Vampire: The Masquerade is trademark of CCP hf.All rights reserved. All characters, names, places and text herein are copyrighted by CCP hf.

I testi originali prodotti e proposti su questo sito che non incorrono nella precedente categoria sono opera di fan per altri fan, non c’è scopo di lucro, e sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons.
Creative Commons License

Lascia un commento