Edmund Alton Upton

  • Storia

    Un tempo membro di una famiglia nobile Londinese, Edmund ha passato la sua infanzia nel pieno della seconda guerra mondiale, solo, dovendo cercare a tutti i costi di mantenere una famiglia che ha imparato ad odiare.

    Da quando la sua famiglia è caduta in miseria, Edmund ha imparato a rimboccarsi le maniche e cavarsela da solo, usando i suoi geniali espedienti per trascinare fino alla fine dei bombardamenti nazisti tutta la sua famiglia, derubata da degli sciacalli. Ha cercato di ricostruire la sua ricchezza tramite il mercato nero – una volta fin troppo integerrimo per ammettere accordi con persone meno che lecite, il tempo – e la fame – lo hanno fatto lentamente piegare, in cambio del’ apertura di una piccola ditta a conduzione familiare.

    Sposato e diventato presto single (o meglio, cornuto), hai cercato di gestire il tuo tempo tra tuo figlio e la crescente azienda di prodotti di sicurezza – hai scelto questi in modo che non potesse più capitare di essere povero o sorpreso in casa. Tuo figlio avrebbe dovuto gestire le redini del tuo impero, ma ha deciso di diventare artista e di sinistra, rinfacciandoti di essere un cattivo padre per il non avere supinamente approvato il fatto che lui si volesse rovinare la vita.

    Oramai vecchio, uno dei tuoi vecchi “amici” della mala ti propose di continuare a lavorare per lui. Per sempre. Fortuna che, dopo l’abbraccio, lui fu ucciso dalla Spada e tu ti dimostrasti la migliore – in parecchi anni – tra le reclute Sabbatiche di edimburgo, conducendo gli altri ad una vittoria feroce.

    Dopo questo, hai aggressivamente preso il controllo (assieme ad un branco di novellini ai tuoi ordini) di un piccolo pezzo della città. Questo ti ha fatto non pochi nemici, ma non sono molti i Sabbatici in grado di gestire in modo pacifico e consono i contatti con la società umana. Per quanto essi ti possono considerare debole per questo, è per questo che gli servi. E’ da tantissimo che non vedi tuo figlio. Hai iniziato a sorvegliarlo: continua a rovinarsi la vita tra festini, donne e becera politica rossa. Ma la sua arte. Ti piace la sua arte, anche se non lo ammetteresti mai, e i critici dicono che fa schifo.

    Consigli di interpretazione

    Non ti importa un cazzo della Jyhad o del Sabbat – sai che gli Antidiluviani siano una favoetta come Gesù e Maometto. Ma in questa guerra, ci puoi guadagnare. E, soprattutto, puoi costruire un monumento alla tua memoria – sia esso un branco, la tua impresa, o te stesso.

    Parla lentamente, come a soppesare le parole, o se avessi dei lapsus di memoria, soprattutto quando sai benissimo che cosa vuoi dire. Gioca sul’ immagine di vecchio bonario, fino a che non devi tirare fuori la iena che è il tuo vero io – la maggior parte di questi vampiri è rimasta congelata nei loro venti o trent’anni, e hanno bisogno di un padre o un nonno. Un vecchio papà o nonno che li indottrini per bene.

    Tuo figlio e il tuo orgoglio sono i due punti deboli. Anche se non ti arrabbi quasi mai direttamente, hai difficoltà a lasciare impunita un’offesa al tuo impero o al tuo modo di essere padre, così come cedersti immediatamente ad un ricatto se tuo figlio fosse in pericolo. Il Sabbat non deve sapere.

    Usa le discipline in modo discreto: tutti sanno che sei un mastermind dei piani secondari, quindi nessuno sarà sorpreso nel vederti tirare una bomba fumogena, detonare del napalm dai muri di un appartamento o arrivare le luci della polizia.

    Quando vuoi confondere veramente il nemico, fai in modo che creda che la realtà sia solamente un’illusione.

    Spunti

    (Camarilla, Indipendenti) Uno degli “artisti” amici o protetti da uno dei Pg è reticente a parlare del proprio passato, e sembrerebbe che la sua casa sia sorvegliata notte e giorno. Che cosa succede quando scopriranno che è il figlio di uno dei loro nemici? Decideranno di ricattare Edmund, o cercheranno di proteggere il figlio da lui? E se fosse qualcun’altra, a volere ricattare il vecchio tramite suo figlio?

    (Sabbat) Avete bisogno di armi, ma.

  • [one_third last=last]

     

    Carattere: Capitalista

    Natura: Architetto

    Clan: Ravnos Antitribu

    Generazione: 13ma

    Età: 87 anni

    Età apparente: Circa ottant’anni.

    Profilo: Iena della finanza

    Attributi: Forza 2, Destrezza 2, Costituzione 3, Carisma 3, Manipolazione 4 (Paterno), Aspetto 1, Intelligenza 5 (Pianificatore), Percezione 4 (Attento ai dettagli), Prontezza 2.

    Abilità: Atletica 2, Autorità 3, Bassifondi 2, Consapevolezza 2, Empatia 2, espressività 2, Intimidire 2, Sotterfugio 4 (Fare accordi), Affinità animale 2, Armi da mischia 1, Armi da fuoco 3, Galateo 1, Manualità 1, Sopravvivenza 1, Accademiche 1, Informatica 2, Investigare 4 (Segreti nelle scartoffie), Scienze 4 (Chimica), Finanza 3, Legge 2, Politica 2, Tecnologia 4 (Congegni di sicurezza), Conoscenza Esperta (Tattica) 3

    Background: Risorse 4, Seguaci 1(Un’ investigatrice privata), Contatti 3, Alleati 5 (Università, Arte, Traffico d’armi, Polizia, Scienze meccaniche)

    Virtù: Coscienza 2, Self-control 3, Coraggio 3

    Umanità: 5

    Forza di Volontà: 8

    Discipline: Chimerismo 4, Animalità 3, Robustezza 2.

    Aspetto: Un vecchio ancora in forma, nonostante la terribile ragnatela di rughe e pelle morta. Spesso tendi ad avvicinarti alle persone un po’ troppo. Cerchi di stare al passo con i tempi e le mode umane. Se non hai un completo elegante ed un costoso profumo, probabilmente sei in una tuta grigia ascoltando musica di vario genere con l’iPod.

    Equipaggiamento: Macchina Blindata con autista, Android Touch, Pistola, microspie, lattina di redbull e Snickers, teli di plastica, microspie.

    Vizio: Orgoglio – Edmund ha difficoltà a lasciare impunite offese a se stesso o al proprio impero, anche se raramente la sua vendetta è diretta.

    [/one_third]


    Autore: Andrea Serafini

Categorie

Lascia un commento